Platial: l’atlante delle esperienze

C’è un posto nel web in cui si mette insieme il concetto di social network con il fenomeno crescente delle mappe digitali. Questo posto è Platial.
In sostanza è possibile annotare sulla mappa digitale posti in cui si è stati e che si vuole segnalare, luoghi visitati durante viaggi, negozi o bar e ristoranti preferiti, spesso sconosciuti, i migliori negozi di dischi o di qualcosa in particolare. Se sei esperto di cucito puoi trovare la segnalazione dei migliori negozi del settore dove trovare filati o strumenti ad esempio nell’area di Boston, ecc. Nel blog lo staff di Platial dichiara di aver tratto ispirazione dalla novella “Le città invisibili” di Italo Calvino, ed infatti è interessante vedere come questo atlante personale possa raccontare luoghi e posti più o meno noti ogni volta in modo diverso, lasciando scoprire partcolari suggestivi o luoghi che di solito puoi conoscere solo se ci sei stato, o se qualcuno del posto ti ci ha portato. Il fatto di portare a livello globale un tipo di conoscenza estremamente localistica è a mio avviso molto interessante.