BenQ diventa Qisda, ne vogliamo parlare?

BenQ

In principio era Acer, poi è diventata BenQ, adesso, dopo 6 anni di vita, diventa Quisda. A Taiwan hanno una passione evidentemente per i cambi di brand name, anzi pare che si divertano un mondo a cercare degli acronimi per i loro principi guida. Infatti Benq era l’acronimo di “Bringing Enjoyment and Quality to life.” Adesso Quisda sta per: “Quality Innovation Speed Driving and Achievement”.
A parte la bruttezza del nome in sè, la scelta ha degli evidenti punti di debolezza: la pronuncia non è agevole, soprattutto per gli anglosassoni, poi noi occidentali in genere non apprezziamo molto la lettera Q, la meno usata dell’alfabeto. Quisda somiglia a Quaeda e non mi pare un bell’accostamento, poi perchè tutti sbaglieranno a scriverlo perchè metteranno la U dopo la Q (Quisda), poi perchè non contiene nessun riferimento alla tipologia di clientela target, o nessun riferimento aspirazionale, nessun riferimento a caratteristiche evocative del prodotto (monitor LCD, prevalentemente). Oppure, se lo si vuol vedere solo come Corporate name, chi si ricorderà che Qisda sta per Qualità, Innovazione, ecc..?
Sembra la classica decisione interna, che capiscono in tre, tutti rigorosamente guru della qualità totale. E le persone? Che valori evoca il nome Qisda?
Ad onor del vero neanche il nome BenQ aveva alcun riferimento “di mercato” o a valori, infatti in questi anni hanno speso miliardi sponsorizzando mega eventi sportivi oppure il Real Madrid. Adesso lo stesso problema si riproporrà con Qisda, spenderanno ancora tutti quei soldi per farsi riconoscere?