Net Art… per ispirarsi un pò

Mission Eternity

Un metodo per uscire dal convenzionale, per trovare nuovi spunti, nuove idee, nuovi modi di raccontare…. per questo è sempre salutare una passeggiata per i siti di net art. Per esempio, che dire delle forme di sperimentazione di Etoy, nato da un gruppo di artisti svizzeri con l’intenzione di inscenare una parodia della comunicazione aziendale, con tanto di mission statement e campagne periodiche lanciate sul loro sito. L’ultima campagna si intitola Mission Eternity ed è un progetto di “conservazione della memoria” con l’obiettivo di rendere il bagaglio di informazioni e di ricordi relativi alle persone vivo e fruibile anche dopo la morte. E’ un progetto dal significato estremo, ma decisamente anti-convenzionale. Oppure il programma di…. disloyalty lanciato dal gruppo inglese Irational, ecco qui il form di adesione con alcuni spunti ironici come nella domanda: cedi spesso i tuoi dati personali? con possibilità di scegliere tra tre risposte: si, no, si ma mento spudoratamente. Irational è anche e soprattutto eventi non convenzionali, come l’arrampicata sugli alberi, invitare i passanti a realizzare la propria bevanda cola ed altre trovate originali, come avverrà questo week end a Glasgow (vedi post su Rhizome).

E poi ancora il lavoro dell’artista John F. Simon Jr su Numeral, oppure le presentazioni in flash di Young hae Chang (artista coreana) e Marc Voge (poeta con base a Seul) visibili su Young-Hae Chang Heavy Industries.

Al di là dei contenuti, spesso legati a forme di protesta, molti artisti net art hanno un incredibile talento nel realizzare idee innovative mixando programmazione e linguaggi informatici, arte, video, foto, racconto, parodia, attivismo, 3D, eventi dal vivo ed installazioni, idee viral, guerrilla, ecc. Una inesauribile fonte di ispirazione per allotanarsi dal conformismo imperante.