Strategia?

Si lo so, è un parolone…una di quelle parole che senti dire in televisione, sui giornali, usata in modo a volte talmente improprio che sembra voler dire tutto e niente. Per questo motivo la odi. Poi però ti accorgi, nell’operatività quotidiana, di aver bisogno di un disegno complessivo, di sapere dove andare a parare insomma.
Allora ti dai da fare, chiedi in giro magari ad amici che hanno studiato e sicuramente troverai qualcuno che ti dirà: … la strategia rappresenta la visione a lungo termine che si contrappone alla tattica, che invece è di breve termine…. la strategia viene dai militari, che deriva dall’arte della guerra, che Sun Tzu e von Clausewitz ne sono i padri, ecc…
Tutte cose vere, per carità, ma che non rispondono alla domanda iniziale, cioè: “cos’è e a che serve avere una strategia?” .
Detto questo, nè il metodo da seguire per avere una strategia nè il significato profondo del termine si prestano ad una risposta univoca. Come molti aspetti della natura umana ci sono varie sfumature, tutte ugualmente vere ed interessanti, esattamente come un caleidoscopio può avere diverse sfumature di colore. Nel file che puoi scaricare qui sotto ho provato, grazie alle pubblicazioni di Henry Mintzberg e altri a fare un pò il punto della situazione.

Per approfondire e farti la tua opinione scaricalo qui